Seminario permanente di Studi Rom e Antropologia 2018-2019

  

  

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under the Marie Sklodowska-Curie grant agreement No 794108.

 

Seminario permanente di Studi Rom e Antropologia 2018-2019

Il “Seminario permanente di Studi Rom e Antropologia culturale”, avviato e coordinato da Leonardo Piasere, è stato attivo dal 2001 al 2004 presso l’Università degli Studi di Firenze. A partire dal 2005 è stato condotto presso l’Università degli Studi di Verona, prima presso il Dipartimento di Psicologia e Antropologia culturale e ora presso il Dipartimento di Scienze Umane (ex Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia). Infine, a partire dal 2012 il seminario si svolge nell’ambito del CREAa (Centro di Ricerche Etnografiche e di Antropologia applicata “Francesca Cappelletto”) e dal 2017 con il coordinamento di Stefania Pontrandolfo.

Si tratta di un seminario avanzato di ricerca, che riunisce periodicamente dottorandi e ricercatori di università italiane ed estere, per discutere di tematiche antropologiche e/o inerenti agli studi culturali rom.

Responsabilità scientifica e coordinamento:

dal 2012 al 2016: Leonardo Piasere

dal 2017: Stefania Pontrandolfo

PROGRAMMA

a.a. 2018-2019

Per l’anno accademico 2018-2019 il seminario è organizzato da Stefania Pontrandolfo nell’ambito del CREAa (Centro di Ricerche Etnografiche e di Antropologia applicata “Francesca Cappelletto”) e in collaborazione con Grégoire Cousin nell’ambito del progetto “Early Marriage between Dynamism of Social Network and Legal Autonomy: The case of transnational Romanian Roma – Net-Rom”.

5 novembre 2018

Aula Riunioni del Dipartimento di Scienze Umane, al secondo piano di Palazzo Zorzi-Polfranceschi, Lungadige Porta Vittoria 17 – 37129 – Verona

Interventi

ore 10:30

Marianna Agoni (Università degli Studi di Milano Bicocca)

“Fântânele. Storia di un villaggio di rom lautari”

10 dicembre 2018

Sala seminari 3 (aula T.15), al piano terra del Chiostro S. Maria delle Vittorie, Lungadige Porta Vittoria, 41 – 37129 Verona

Interventi

ore 10:30

Leonardo Piasere (Università degli Studi di Verona)

“Antropologie storiche”

ore 14:30

Marco Solimene (University of Iceland)

“Note etnografiche su un viaggio in Bosnia con i xoraxané: case, reti, movimento e memorie”

14 gennaio 2019

Aula Riunioni del Dipartimento di Scienze Umane, al secondo piano di Palazzo Zorzi-Polfranceschi, Lungadige Porta Vittoria 17 – 37129 – Verona

Interventi

ore 10:30

Lise Foisneau (Université de Aix-Marseille)

L’ethno-généalogie des kumpanji de Provence (1900-1946). Une méthode d’anthropologie historique collaborative

ore 14:30

Leonardo Piasere (Università degli Studi di Verona)

“Storia degli etnonimi rom in Europa dal ‘700 a oggi”

 

25 febbraio 2019

Aula Riunioni del Dipartimento di Scienze Umane, al secondo piano di Palazzo Zorzi-Polfranceschi, Lungadige Porta Vittoria 17 – 37129 – Verona.

Interventi

ore 10:30

Grégoire Cousin (Università degli Studi di Verona)

” ‘Disboscare’ la storia degli Rom di Tulcea, tra tradimento antropologico e invenzione del collettivo”

ore 14:30

Giulia Meli (Università degli Studi di Milano)

“La lingua degli Shinte rosengre”

25 Marzo 2019

Aula Riunioni del Dipartimento di Scienze Umane, al secondo piano di Palazzo Zorzi-Polfranceschi, Lungadige Porta Vittoria 17 – 37129 – Verona.

Interventi

ore 10:30

Henriette Asséo (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales – EHESS – di Parigi)

Du bon usage des sources savantes: l’impossible anthropologie historique des bohémiens

ore 14:30

Leonardo Piasere (Università degli Studi di Verona)

Crania cingarica (1780-1930)”

  

20 Maggio 2019

Aula Riunioni del Dipartimento di Scienze Umane, al secondo piano di Palazzo Zorzi-Polfranceschi, Lungadige Porta Vittoria 17 – 37129 – Verona.

Interventi

ore 10:30

Volha Bartash (Leibniz-Institute for East and Southeast European Studies)

Towards Ethnography of Archival Silence: Family memories of Roma genocide confront the Soviet records

ore 14:30

Massimo Aresu (University of Leeds)

“Zingari, gitanos, griegos tra Spagna e Italia nella prima età moderna: itinerari mediterranei”